Site icon Fortebraccio News

“Vice Media” è in bancarotta

“Vice Media” è in bancarotta

“Vice Media” è in bancarotta

Vice Media, la startup di notizie digitali una volta molto popolare e valutata al suo apice per $5,7 miliardi, ha annunciato di aver ricevuto un’offerta di salvataggio e di essere in bancarotta protetta.

L’azienda, i cui attivi includono Vice News, Vice TV, Refinery29 e Motherboard, ha dichiarato lunedì che un gruppo dei suoi creditori, inclusi Soros Fund Management, Fortress Investment Group e Monroe Capital MRCC 4,07% 🔼, ha accettato di acquistare Vice per circa 225 milioni di dollari e di assumere “significative responsabilità”. Ha specificato che l’accordo è soggetto a offerte più elevate da parte di altre parti.

La presentazione della bancarotta segna l’ennesima caduta nella serie di piattaforme di media digitali che un tempo minacciavano le fonti di notizie tradizionali. Lo stile di narrazione visivamente accattivante e audace dell’azienda spesso ha fatto sì che i suoi reportage e documentari fossero virali online. Vice ha presentato la richiesta di protezione del capitolo 11 presso il Tribunale fallimentare degli Stati Uniti per il Distretto meridionale di New York.
“In una dichiarazione, Bruce Dixon e Hozefa Lokhandwala, co-amministratori delegati di Vice, hanno affermato che questo processo accelerato di vendita sotto la supervisione del tribunale rafforzerà l’azienda e la posizionerà per una crescita a lungo termine.”

Dichiarazioni

Vice ha dichiarato che i suoi marchi di media continueranno a produrre contenuti. “Sostanzialmente tutte” le entità internazionali dell’azienda e la joint venture di Vice TV non fanno parte della richiesta di protezione fallimentare del capitolo 11, ha dichiarato l’azienda.

L’azienda ha annunciato di aver ricevuto finanziamenti dai partecipanti all’offerta per mantenere le operazioni. Vice ha dichiarato di aspettarsi che il finanziamento e il denaro generato dalle operazioni in corso sostengano l’attività durante il processo di vendita, che prevede di chiudere nei prossimi due o tre mesi.

Vice ha le sue radici nella scena editoriale sotterranea di Montreal. L’azienda ha ricevuto investimenti da 21st Century Fox e da società di private equity quando è iniziato il boom dei media digitali all’inizio degli anni 2010, ma non è riuscita a diventare una forza mediatica importante, come altre nuove organizzazioni di notizie digitali che ora sono in difficoltà o chiudono. Il mese scorso, BuzzFeed ha annunciato la chiusura di BuzzFeed News dopo aver continuato a perdere denaro.

Exit mobile version