Segreti alla Clarence House: cosa ha spinto Harry a scappare dall’incontro con il re?

Harry

Ebbene sì, care lettrici e lettori, sembra che la trama si infittisca sempre più quando si parla di intrighi e dinamiche nel cuore pulsante della famiglia reale britannica. L’ultimo capitolo di questa saga? Il principe Harry, che ha salutato il suolo britannico con una rapidità degna di nota. Le voci di corridoio, sempre più insistenti, ci sussurrano di un volo transatlantico ripreso alla velocità della luce, per ritornare fra le braccia della soleggiata California.

Ora, tenetevi forte, perché le indiscrezioni che stiamo per condividere hanno del clamoroso. Pare che il nostro Harry abbia avuto un “breve incontro” con il re Carlo. Sì, avete inteso bene: breve. Ma quanto breve, vi chiederete? Questo è un dettaglio che si perde tra i meandri dei palazzi reali. Eppure, non possiamo ignorare che dietro queste mura si celano storie degne di un romanzo.

Riflettiamo un attimo sulla figura del monarca: uomo di statura e prestigio, ma anche, non dimentichiamolo, un padre. Si dice che fosse visibilmente stanco, comprensibilmente provato dal recente intervento chirurgico subito lunedì. Questo, naturalmente, avrebbe potuto influenzare la durata del loro scambio. E qui le lingue si sciolgono e i dettagli si fanno fumosi. Il velo di mistero si addensa: cosa avranno mai avuto da dirsi in quell’incontro padre-figlio, così fuggevole?

Ma c’è di più. Se pensavate che questo fosse l’epicentro del gossip, vi sbagliate. Perché nelle cronache che riguardano gli affari di casa Windsor non può passare inosservato un altro tassello di questa intricata partita a scacchi: Harry non ha rivisto suo fratello William, né ha incrociato lo sguardo della cognata Kate. Un silenzio, ma non un silenzio qualsiasi, un silenzio carico di significati non detti e domande sospese nell’aria. Che aria tirasse tra i corridoi del palazzo, lo possiamo solo immaginare.

Vogliamo gettare luce su questi rumors? Difficile. Come in ogni buona storia che si rispetti, la realtà si mescola con la finzione e quello che davvero accade dietro le quinte rimane un arcano seducente. Ma possiamo azzardare delle ipotesi, perché in fondo, cari lettori, è questo che ci tiene incollati alla pagina: l’insaziabile desiderio di sbirciare dietro il sipario della nobiltà.

Resta l’indiscutibile fatto che il principe Harry ha lasciato il Regno Unito con un ritmo incalzante, quasi a voler mettere distanza da qualcosa, o forse, da qualcuno. Solo il tempo potrà forse svelarci il vero volto di questa vicenda che, come una perla preziosa, rimane al momento nascosta nelle profondità del mare.

Miei cari appassionati di cortigiane cospirazioni e pettegolezzi di alto rango, se ci fossero ulteriori sviluppi, state certi che sarete i primi a sapere. Per ora, il principe ha messo oceano di mezzo, e con lui, forse, le risposte che tutti cerchiamo.